Progetti

Progetti finanziati dalla Regione Toscana

Biennio 2017-2018

Regione Toscana – Decreto n.14356 del 4 ottobre 2017 – Piano della Cultura 2012-2015 – Attuazione 2017-2018 del PR “Musei di qualità al servizio dei visitatori e delle comunità locali” – LdA “Sostegno e sviluppo della qualificazione delle attività dei sistemi museali” – Approvazione graduatoria progetti ammessi al Bando biennale 2017-2018 destinato ai Sistemi di musei ed ecomusei

Informazioni e Graduatorie

Sistema Museale di Ateneo
Un Sistema Social. Strategie, linguaggi, tecnologie per promuovere i Musei del Sistema Museale di Ateneo dell’Università di Pisa”.

Progetto biennale che prevede l’elaborazione di un piano strategico di comunicazione per il Sistema Museale di Ateneo che preveda l’utilizzo integrato di diversi linguaggi e canali di comunicazione pensati in base alle esigenze di diversi tipi di pubblici (turisti, cittadinanza, studenti), con particolare riguardo al pubblico più giovane (under 35) e alle nuove forme di comunicazione digitale.
Sarà ideata una immagine coordinata del Sistema Museale di Ateneo che tenga conto delle peculiarità specifiche di ciascun museo e sarà ideato e messo in atto un piano di comunicazione digitale che sfrutti a pieno le potenzialità offerte dai Social Network.
Fra gli obiettivi del progetto anche la realizzazione del nuovo sito web del Sistema Museale di Ateneo e dei relativi nuovi sotto-siti dei vari musei.
Sarà in oltre attivata una campagna pubblicitaria del Sistema Museale, cartacea e digitale ed un servizio di messaggistica istantanea tramite l’applicazione Whatsapp per promuovere i nostri musei e le loro attività ai diversi pubblici cittadini e stimolare un processo di fidelizzazione dell’utenza.

Museo della Grafica
Anatomia, realtà e rappresentazione”.

Progetto biennale che prevede la realizzazione, promozione e valorizzazione di un patrimonio culturale (appartenente alle collezioni dell’Università di Pisa) ancora poco noto e conosciuto ad un pubblico non specialistico, attraverso la realizzazione della mostra “Anatomia. Realtà e rappresentazione”. Strutturata in otto sezioni all’interno del primo piano della sede espositiva di Palazzo Lanfranchi del Museo della Grafica, la mostra espone 66 opere tra preparati anatomici, modelli in cera, due esemplari di mummie, stampe, disegni su carta e opere di artisti contemporanei. Presenti anche 15 volumi (dal XVI al XIX secolo) provenienti dalla Biblioteca di Medicina e Farmacia dell’Università di Pisa. Come appendice di approfondimento è previsto un calendario di attività educative, così come un intenso programma di percorsi didattici rivolti alle scuole ed ai pubblici speciali.

Orto e Museo Botanico
Coltivando la cultura: azioni polivalenti di valorizzazione, conoscenza e fruizione dell’Orto e Museo Botanico dell’Università di Pisa per il pubblico degli “under 35”.

Progetto biennale che prevede  la realizzazione di numerose attività di potenziamento dell’offerta didattico-divulgativa mirata ai ragazzi in età scolare a ai giovani “under 35”:
1) “Orto in campo! – Campi scientifici all’Orto e museo botanico dell’Università di Pisa”, attività ludico-didattiche da attivare nei periodi di interruzione scolastica per bambini di età compresa fra i 6 e gli 11 anni.
2) “Progetto askME-teachME: esperienze di alternanza scuola lavoro all’Orto e Museo Botanico”, allo scopo di coinvolgere il ragazzi in attività di tutoring/assistenza ai visitatori e in azioni di supporto ai Servizi Educativi della struttura.
3) “Interattività in museo”, produzione di una serie di brevi filmati interattivi che rappresentano brevemente le peculiarità dei vari settori dell’Orto e del Museo Botanico,
4) “Valorizzazione dell’Erbario”. Le collezioni di maggiore rilevanza scientifica e numerica del Museo Botanico sono costituite dagli Erbari (circa 300.000 campioni), purtroppo non accessibili al grande pubblico. Allo scopo di valorizzare queste collezioni è stata avviata un’attività di informatizzazione del nucleo più antico, derivante dall’opera di raccolta e di scambio di Gaetano Savi, prefetto dell’Orto dal 1814 al 1843.

Museo di Storia Naturale
Multimedialità e didattica per la nuova collezione di animali in tassidermia del Museo di Storia Naturale

Il Museo ha recentemente acquisito una delle più importanti collezioni private italiani, la collezione Barbero, consistente in oltre 500 animali naturalizzati, il cui punto di forza è rappresentato dalla collezione di mammiferi. Questi esemplari, unitamente a quelli della collezione storica del Museo, saranno oggetto di un allestimento di grande impatto visivo/emotivo e didattico, nel quale saranno esposti, secondo un criterio sistematico, la maggior parte dei gruppi di mammiferi esistenti al mondo.
Il progetto biennale prevede la progettazione di attività didattiche e precorsi guidati tematici relativi al nuovo allestimento e la realizzazione dell’apparato informativo attraverso la realizzazione di pannelli esplicativi bilingue e di una postazione multimediale.

 

Progetti finanziati dalla Fondazione Pisa

Informazioni sui progetti finanziati dalla Fondazione Pisa

2016

Museo di Storia Naturale

“Nuovo allestimento del Museo di Storia Naturale per ospitare la collezione Giorgio Barbero”

Progetto triennale relativo alla realizzazione di un intervento di ampliamento e riorganizzazione degli attuali spazi espositivi del Museo di Storia Naturale di Calci al fine di ospitare la collezione di animali proveniente dal ‘Museo Naturalistico Giorgio Barbero’ e donata all’Università di Pisa dalla Fondazione Barbero di Torino. La collezione, di grande rilevanza scientifica, comprende oltre 550 animali imbalsamati, provenienti da ogni angolo del mondo, esemplari tutti in ottimo stato di conservazione.

2015

Museo di Anatomia Patologica

Restauro e catalogazione dei reperti più significativi del Museo di Anatomia Patologica al fine di creare una esposizione in appositi spazi all’interno di una palazzina dell’Orto Botanico.

Museo Botanico dell’Università di Pisa

Restauro di modelli in cera di funghi e frutti anatomici di varie piante, presenti all’interno del Museo Botanico, eseguiti intorno agli anni 1830-1840 dall’artista fiorentino Luigi Calami.

2014

Orto Botanico

“Riqualificazione e adeguamento dei percorsi e delle aree verdi”

Intervento di valorizzazione dell’antico Orto Botanico mediante un insieme sistematico di opere riguardanti l’abbattimento delle barriere architettoniche esistenti all’interno dei percorsi del giardino e l’accessibilità delle aree verdi da parte dei soggetti diversamente abili.