Offerta Didattica a.s. 2020-2021 – percorsi didattici a distanza

Collezioni Egittologiche, Gipsoteca di Arte Antica, Museo Anatomico Veterinario, Museo degli Strumenti di Fisica, Museo degli Strumenti per il Calcolo, Museo della Grafica, Museo di Anatomia Patologica, Museo di Anatomia Umana, Orto e Museo Botanico 16 Marzo 2021

A causa della pandemia, lo SMA sta sperimentando nuove modalità di supporto all’attività delle scuole.

Facendo tesoro dei suggerimenti dei diversi insegnanti contattati per capire come meglio rispondere alle esigenze delle scuole, si sono progettati così percorsi museali alternativi online, nei quali il contatto con gli operatori museali avviene da remoto.

Sono stati realizzati video alle collezioni dei vari musei universitari, per sostituire in parte la visita guidata in presenza e, per i più piccoli, è stata pensata una fase pratica che l’insegnante potrà gestire autonomamente in presenza, a conclusione dell’attività, con l’interazione da remoto dell’operatore museale.

È possibile anche concordare, su richiesta, percorsi specifici su tematiche di interesse curriculare.

 

Ecco alcune delle numerose proposte dei musei del Sistema Museale di Ateneo.

Fra i vari percorsi proposti dal Museo della Grafica, Strappiamo un volto ci porta ad interrogarci sulla differenza fra ritratto e caricatura. Partendo dall’osservazione delle opere di Honoré Daumier, conservate nella collezione, il percorso si conclude con una attività creativa, semplice da svolgere in classe e dagli esiti divertenti e imprevedibili.

All’Orto e Museo Botanico sboccia la primavera con Una scatola magica chiamata fiore, un’attività far conoscere ai bambini la grande variabilità delle diverse parti che compongono un fiore e le differenti strategie utilizzate dalle piante per favorire l’impollinazione e che si conclude con la costruzione di un modello di fiore, realizzato con materiali di recupero.

Con Scriviamo in geroglifico, le Collezioni Egittologiche propongono un viaggio alla scoperta della scrittura dell’antico Egitto. Dopo una breve introduzione storica sulla nascita della scrittura dai Sumeri all’antico Egitto, verranno presentati gli aspetti fondamentali della scrittura geroglifica. Seguirà la fase pratico-laboratoriale, in cui ciascun studente proverà a scrivere in geroglifico il proprio nome su un personalissimo scarabeo.

Saltare, camminare, afferrare oggetti… sono tutte attività che possiamo svolgere, perché siamo sostenuti dal nostro scheletro, uno degli apparati che potrete approfondire con i percorsi Impariamo il corpo umano del Museo di Anatomia Umana che prevedono una visita guidata virtuale dedicata ai pezzi più curiosi delle sue collezioni, materiali multimediali di approfondimento e una proposta di attività pratico-laboratoriale grazie ai nostri video tutorial.

Tra le proposte del Museo degli Strumenti di Fisica citiamo Il volto della Luna. Con una sfera di polistirolo, una lampada, palline di acciaio, farina e cacao si potrà simulare la formazione dei crateri sulla superficie lunare e notare come la forma dei crateri dipende dalla massa e dalla velocità del corpo in caduta.

Quali sono le differenze fra il cane e il suo progenitore, il lupo? Perché per il cane si parla di domesticazione, mentre per il gatto di ammansimento? Sarà possibile scoprire l’origine e la storia dei nostri amici a quattro zampe, grazie ai percorsi del Museo Anatomico Veterinario.

Grazie al percorso In poche parole: il mito di Laocoonte sarà invece possibile conoscere meglio il personaggio mitico raffigurato in uno dei gruppi scultorei più famosi della Gipsoteca di Arte Antica. Dopo la visione di un breve video dedicato al mito di Laocoonte, i partecipanti commenteranno insieme all’operatore le statue ad esso legate presenti in Gipsoteca.

Al Museo degli Strumenti per il Calcolo si percorrono Le strade della programmazione, per capire le basi della programmazione imperativa e concorrente.

Infine, con Come nasce una mummia, il Museo di Anatomia Patologica propone una attività per capire e come le mummie si sono formate o sono state preparate e quali sono le più moderne tecniche impiegate per il loro studio e i metodi che ci consentono di preservare questi importanti serbatoi di informazioni per la conoscenza del nostro passato.

 

Alcune brevi demo sulla modalità di fruizione alternativa dell’offerta educativa

Per maggiori informazioni e prenotazioni vi invitiamo a contattare, via e-mail o telefonicamente, i servizi educativi dei signoli musei:

Per facilitare la partecipazione di alunni/e con disabilità e valutare azioni e materiali a favore dell’inclusione, è possibile scrivere ad accessibilita.sma@unipi.it