Musei, Arte, Autismi – Corso di formazione per educatori museali ed educatori dedicati all’autismo

Museo della Grafica 20 Gennaio 2020 - 29 Gennaio 2020

 

In occasione della mostra L’arte risveglia l’anima, Pisa, Museo della Grafica – Palazzo Lanfranchi, 14 dicembre 2019 – 2 febbraio 2020, L’Associazione Culturale L’immaginario e Autismo Firenze, in collaborazione con il Sistema Museale di Ateneo e con il sostegno e la collaborazione di Fondazione Stella Maris, propongono un corso di formazione rivolto a educatori museali ed educatori dedicati all’autismo finalizzato a condividere esperienze e sviluppare le competenze necessarie per la creazione di nuovi programmi museali accessibili alle persone nello spettro autistico.

 

Il corso Musei, Arte, Autismi si svolgerà a Pisa, presso il Museo della Grafica – Palazzo Lanfranchi, Lungarno G. Galilei 9, dal  20 al 29 gennaio 2020.

I corsisti avranno l’opportunità di partecipare a un’attività di visita alla mostra L’arte risveglia l’anima con persone autistiche, condotta dai formatori.
Il corso può accogliere un massimo di 30 persone tra educatori museali ed educatori dedicati all’autismo.
I posti sono limitati. L’iscrizione è obbligatoria.

 

Finalità del corso
• Promuovere la consapevolezza dell’importante contributo che i musei possono dare all’inclusione culturale e sociale delle persone nello spettro autistico
• Formare educatori in grado di progettare e condurre attività accessibili alle persone neurodiverse
• Far conoscere e valorizzare le potenzialità delle persone autistiche, così da restituire loro dignità e ruolo sociale.

Obiettivi formativi
• Condividere un’idea dell’autismo come di una condizione di neurodiversità dotata di grandi potenzialità in ogni sua manifestazione
• Mettere a fuoco gli obiettivi di un’attività museale accessibile alle persone con autismo
• Approfondire approcci possibili
• Sperimentare strategie di relazione e modalità di facilitazione valide in ambito museale, ma utilizzabili anche in altri contesti

Il corso si articola in 22 ore complessive di formazione e comprende
• Presentazioni e testimonianze
• Workshop ed esercitazioni pratiche
• Lezioni teoriche
• Osservazione di attività
• Progettazione di nuove attività da parte dei partecipanti

Modalità di adesione
Entro l’8 gennaio 2020 coloro che intendono partecipare devono far pervenire la loro richiesta a accessibilita@sma.unipi.it, compilando il modulo allegato.
È gradita una lettera di motivazione da parte del Direttore del Museo o dal responsabile del Servizio.

Verrà data la priorità

  • alle domande pervenute prima in ordine di tempo;
  • agli educatori museali che collaborano stabilmente con un museo
  • agli educatori di Musei e associazioni/centri autismo che stabiliscono contatti reciproci prima dell’inizio del corso

Entro il 15 gennaio verrà comunicato l’elenco delle persone ammesse a partecipare al corso.
Poiché il corso è breve e intensivo e mira a formare educatori in grado di attivare subito un progetto, è richiesto il massimo impegno nella partecipazione. L’attestato di partecipazione sarà rilasciato nell’ultima lezione del modulo ai partecipanti che avranno partecipato ad almeno l’80% delle ore di lezione.
La partecipazione è gratuita, grazie al contributo di Fondazione Stella Maris.

 

PROGRAMMA DEL CORSO
20 gennaio 2020
9:30 -13:00
Saluti istituzionali
Alessandro Tosi, Direttore Scientifico del Museo della Grafica
Avv Giuliano Maffei, Presidente della Fondazione Stella Maris
Susanna Pelagatti, Presidente di Autismo Pisa
Organizzazione del corso
Cristina Bucci
Introduzione all’autismo
Filippo Muratori
Il progetto “L’arte risveglia l’anima”
Anna Maria Kozarzewska
I programmi museali per le persone con disturbi dello spettro autistico: il panorama internazionale e le esperienze toscane
Cristina Bucci
Accessibilità Museale
Francesca Corradi

14:30 – 17:30
Modalità di facilitazione
Marilena Zacchini
Video “Tecniche e modalità di facilitazione”
Marilena Zacchini
Il punto di vista dell’artista: intervista a Roberta Biondini
Marilena Zacchini
Domande e discussione

21 gennaio 2020
9:30 – 13:00
L’arte risveglia l’anima: esperienze a Milano, Firenze, Ancona, Torino
Cristina Bucci e Marilena Zacchini
Workshop: Struttura, metodo, approccio, strategie di facilitazione
Cristina Bucci e Marilena Zacchini
Discussione
14:30 – 17:30
I musei che meraviglia: i musei del sistema museale dell’Università di Pisa per le persone con disturbi dello spettro autistico
Francesca Corradi e Angela Dini
Workshop: Quali obiettivi per i programmi museali per le persone nello spettro autistico?
Cristina Bucci e Marilena Zacchini
Discussione

27 gennaio 2020
10:00 – 13:00
Osservazione di attività per le persone con autismo (1° gruppo, max 8 osservatori)
14:30 – 17:30
Osservazione di attività per le persone con autismo (2° gruppo, max 8 osservatori)

28 gennaio 2020
10:00 – 13:00
Osservazione di attività per le persone con autismo (3° gruppo, max 8 osservatori)
14:30 – 17:30
Osservazione di attività per le persone con autismo (4° gruppo, max 8 osservatori)

29 gennaio 2020
10:00 – 13:00
Workshop di progettazione
Cristina Bucci e Marilena Zacchini
Discussione
14:30 – 17:30
Riflessioni sulle osservazioni delle attività anche insieme a genitori, educatori e insegnanti che hanno accompagnato i ragazzi
Condivisione dei progetti elaborati durante il workshop

 

I formatori
Cristina Bucci, L’immaginario associazione culturale
Curatrice della mostra L’arte risveglia l’anima e responsabile del corso Musei Arte Autismi. Progetta e sviluppa iniziative di educazione al patrimonio artistico italiano, con l’associazione culturale L’immaginario di cui è socia fondatrice. Negli ultimi anni si è particolarmente dedicata ai programmi museali finalizzati a rendere l’arte accessibile alle persone con demenza, alle persone con disturbi dello spettro autistico e con disabilità sensoriali, nonché alla disseminazione di queste attività come formatrice. Ha al suo attivo numerose esperienze internazionali. Fa parte del coordinamento Musei Toscani per l’Alzheimer.

Francesca Corradi, Sistema Museale di Ateneo, Pisa
Storica dell’arte con ventennale esperienza nell’educazione museale, ha conseguito il perfezionamento universitario nel Disability Management. In possesso della certificazione di III livello nel campo della LIS – Lingua dei segni italiana, con una ulteriore formazione universitaria nel campo della comunicazione e a seguito di un’esperienza internazionale di staff training presso il Dipartimento Accessibilità del Museo del Louvre, progetta, promuove e coordina iniziative di accessibilità museale e inclusione sociale al Sistema Museale di Ateneo (Università di Pisa).

Angela Dini, Museo di Storia Naturale di Calci
Pedagogista, esperta nei processi di formazione, tutor dell’apprendimento, counsellor professionista, dal 2007 è responsabile dell’Area Educativa del Museo di Storia Naturale di Calci (Pisa). Si occupa del coordinamento didattico di progetti di educazione scientifica ed educazione ambientale per le scuole di ogni ordine e grado e coordina iniziative di accessibilità museale e inclusione sociale. Collabora alla progettazione di percorsi di formazione per gli insegnanti delle scienze naturali e cura la formazione e l’aggiornamento degli operatori museali e delle Guide Ambientali Escursionistiche.

Anna Maria Kozarzewska, Associazione Autismo Firenze onlus
Coordinatrice scientifica del progetto L’arte risveglia l’anima. Svolge attività di volontariato presso il Centro Casadasè di Firenze partecipando alla realizzazione e promozione dei progetti in favore di persone con disturbo dello spettro autistico. Tra questi il progetto Musei per il quale collabora da anni con l’associazione culturale L’immaginario e il Dipartimento di Educazione di Palazzo Strozzi.

Filippo Muratori, Università di Pisa, IRCCS Stella Maris
Professore di neuropsichiatria infantile all’Università di Pisa.
Responsabile delle attività cliniche e di ricerca sull’autismo all’IRCCS Stella Maris.
Partner Italiano del progetto europeo sull’autismo: AIMS-2-TRIALS

Marilena Zacchini, Casadasé Firenze, Fondazione Sospiro, Dipartimento di Salute Mentale Piacenza
Educatrice professionale.
Svolge attività di formazione e supervisione nell’ambito dell’intervento psicoeducativo con persone con disturbo dello spettro autistico. Nel corso della sua carriera ha contribuito a creare modelli di servizi per le persone autistiche e a promuovere progetti e strumenti di valutazione. Fin dall’inizio collabora come consulente al progetto L’arte risveglia l’anima.

 

Scarica la brochure e la scheda di iscrizione