Presentazione del libro “Il brutto anatroccolo in CAA”

Museo della Grafica 3 Dicembre 2018

 

Lunedì 3 dicembre 2018, alle ore 16.00, verrà presentato al Museo della Grafica il volume Il brutto anatroccolo in CAA (Comunicazione Aumentativa Alternativa). Un libro che racconta in modo semplice il tema della diversità che i più piccoli sperimentano durante la loro crescita e che può rivelarsi un dono, quel «cigno» che ognuno di noi porta con sé.

L’evento è organizzato dall’Università di Pisa, con il patrocinio del Dipartimento di Filologia, Letteratura e Linguistica, del Dipartimento di Informatica e del Laboratorio di Cultura Digitale.

Il libro nasce dal progetto svolto da Elisa Carpenzano per l’esame del corso di Tecnologie Assistive per la Didattica (T.A.D.) della Laurea Magistrale in Informatica Umanistica, con lo scopo di rendere accessibile la favola del brutto anatroccolo. Il progetto è stato poi revisionato e ampliato insieme a Valentina Semucci, logopedista esperta in CAA, e quindi pubblicato da Edizioni Homeless nella sua collana dedicata alla CAA.

Per le persone con disabilità l’utilizzo della tecnologia è spesso fondamentale per avere accesso alla conoscenza e all’autonomia. Purtroppo sono ancora poche in Italia le persone con la formazione adatta per proporsi come efficaci mediatori tecnologici in grado di aiutare insegnanti, genitori e caregiver a utilizzare la tecnologia giusta per permettere a ognuno di abilitare i propri talenti.

Il corso di T.A.D. è partito quattro anni fa proprio per rispondere a questa esigenza, e offrire ai suoi studenti un laboratorio di sperimentazione delle tecnologie disponibili per vari tipi di disabilità, nella speranza di formare delle figure intermedie capaci di sostenere le persone disabili e i loro caregivers.

Il Sistema Museale di Ateneo, a cui il Museo della Grafica afferisce, ha volentieri appoggiato un progetto che ben si sposa con il suo impegno per l’inclusione e l’accessibilità.

Scarica la locandina